Archivi tag: Renzi

Un sedicenne al voto – Primarie PD

Ho sedici anni e per la prima volta nella mia vita, grazie alle primarie del PD, potrò votare, quindi vi mostro una mia analisi sui tre candidati.

Cuperlo

Cuperlo è sicuramente tra i tre candidati quello che mi appassiona meno. Ha la benedizione di D’Alema, quindi parte già male, e sentendolo parlare dall’Annunziata ha detto di non rinnegare quello che la sinistra ha fatto in quest’ ultimo ventennio: non poteva dire nulla di peggio. Se Berlusconi e il berlusconismo hanno fatto saltare in aria questo paese, sia da un punto di vista morale che economico, è perché in questi vent’anni la sinistra gli ha fornito il tritolo. Mi sembra il classico candidato “a modo” di sinistra, un po’ snob, mai volgare e che crede in tutti i valori professati dal comunismo italiano, un Bersani 2.0.

Renzi

Tempo fa scrissi un articolo in cui parlavo di quanto non mi piacesse il modo di fare campagna elettorale di Renzi: andare da Maria De Filippi, ripetere le stesse battute sugli avversari politici (Grillo docet) e fare tutto ciò nonostante si dovesse occupare di una città importante come Firenze. Però Renzi si professa come il cambiamento del partito, e fino a poco tempo fa era uno dei pochi a farlo. Renzi promette di cambiare totalmente il PD, promette di scardinarlo da quei dogmi sinistroidi che da sempre lo caratterizzano, quei dogmi che fanno candidare Crisafulli, che fanno trafficare la sinistra con cooperative e banche. Il PD va cambiato, e una volta che è stato cambiato deve anche vincere le elezioni una volta per tutte, e dimostrare se sa governare il paese. Non so se voterò Renzi, ma se farà ciò che promette gliene sarò infinitamente grato.

Civati

Civati è una personalità politica che apprezzo molto: è stato severo quando non si votò Rodotà, severo quando non si votò Prodi e altrettanto severo con il caso Cancellieri. E’ stato uno dei pochi del PD che ha ammesso che se non c’è stato l’accordo tra PD e M5S le responsabilità non sono state esclusivamente di quest’ ultimo. Anche lui vuole cambiare il partito come Renzi, la differenza è che Civati è più di sinistra. Come segretario del partito lo ritengo degno e competente, la mia paura è che non riuscirà a convincere abbastanza italiani (anche non di sinistra) a votare il PD.

Contrassegnato da tag , , , , , , ,

Renzi, il nuovo politicante.

Mentre Grillo e Bersani si trovano ogni giorno davanti a delle scelte sulla quale hanno una immensa responsabilità e che andranno a definire il futuro del nostro paese, un uomo è già in campagna elettorale.

No, non è Berlusconi, strano a dirsi eh? Lui – probabilmente perché vuole avere un amichetto capo dello stato che lo possa salvare quando verrà condannato – vuole fare un governo. Quello che invece è già in campagna elettorale è Matteo Renzi.

Da giorni rivendica la sua volontà di fare un inciucissimo PD-PDL.  Molti giustificano questa sua intenzione perché esso è visto come un moderato di sinistra. Ma lui, prima di essere un moderato, è quello che vuole rottamare tutti, e ora propone che i vecchi della politica si mettano sul trono. Sono sicuro che stia facendo la stessa identica tattica di Grillo, ovvero aspettare l’inciucio e poi poter dire “C’è bisogno di cambiamento!”, “Votate me che cambio tutto il PD!”.

L’ altro giorno ha detto che Bersani è andato a farsi umiliare dal M5S. Secondo me ha torto, non è vero che Bersani si è fatto umiliare, e nonostante abbia dovuto scontrarsi con l’arroganza della Lombardi non ha fatto nessuna figuraccia, anzi, ha dato l’idea di essere quello che pensa al paese.

“Stiamo perdendo tempo!”. Sulle basi di cosa dice ciò? I saggi ci sono da pochi giorni e comunque già sono stati sbloccati i fondi per le imprese, cosa che Monti non aveva fatto. Poi non sono nemmeno state autorizzate le commissioni e a mio parere con esse si potrebbe fare molto, altro che perdere tempo.

E’ anche andato dalla De Filippi a parlare al pubblico di Mediaset (ovvero a cercare i voti dei peggiori Berlusconiani).

Ricorda un classico politicante di centro-destra, molto scaltro e furbo e che sa usare benissimo i media. Parlando del personaggio alcuni dicono che è un giovane Berlusconi, io non sono così cattivo – per essere irritanti quanto Berlusconi e le sue balle ce ne vuole – però penso comunque che sia arrivato il momento di politici meno figuranti e più umili.

renziamico

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , ,